scarpe rosse

La novità, contenuta nel Dlgs n. 80/2015, riguarda la possibilità per le donne  vittime di violenza di genere di chiedere un congedo di tre mesi, anche non continuativi, e a percepire un’indennità corrispondente all’ultima retribuzione, con riferimento alle voci fisse e continuative del trattamento e il periodo medesimo è coperto da contribuzione figurativa.

previdenza

salute

migrazione

assistenza

sedi

contatti

fb

twitter