polizia-LOCALEDal 22 marzo 2017 le lavoratrici e i lavoratori della Polizia locale hanno diritto all’equo indennizzo e alle spese di degenza. La domanda deve essere presentata all’Amministrazione di riferimento entro 6 mesi dalla data in cui si è verificato l’infortunio o si è venuti a conoscenza della malattia professionale allegando tutta la documentazione sanitaria.

Spetta all’Amministrazione inviare la richiesta alla Commissione Medica Ospedaliera, che dovrà esprimere un giudizio sanitario sull’entità delle menomazioni dell’integrità fisica e sull’idoneità al servizio del lavoratore. Detto giudizio sarà poi sottoposto al “Comitato di verifica per le cause di servizio” che certificherà l’origine lavorativa delle menomazioni o delle lesioni subite. Il riconoscimento dell’equo indennizzo e delle spese di degenza verrà notificato al lavoratore con un decreto emesso dall’Amministrazione.

Al Patronato Inca potrai:
• trovare l’assistenza necessaria per la corretta presentazione delle domande di equo indennizzo;
• avviare un eventuale ricorso legale in caso di diniego;
• accertare che l’infortunio/malattia siano connessi alla tua attività di lavoro;
• avere l’assistenza legale e quella medico legale, senza ricorrere agli studi privati;
• seguire l’evoluzione delle tue condizioni di salute e, in caso di aggravamento, ottenere una revisione dell’equo indennizzo.
In caso di accertata inidoneità alla mansione, la Fp-Cgil e l’Inca, insieme ai medici convenzionati
con il Patronato, potranno aiutarti a ottenere dall’Amministrazione una ricollocazione.

L’Inca e la Funzione Pubblica Cgil sono al tuo fianco. Rivolgiti con fiducia ai delegati sindacali della Funzione Pubblica Cgil, che ti indirizzeranno agli operatori del Patronato Inca.

CONTATTACI!!

Scarica il volantino