Accompagnamento

ll MIUR, Ministero Istruzione, università e ricerca, con nota del 9 febbraio 2015, ha disposto che i soggetti che abbiano ricevuto la comunicazione dell’Inps di essere tra i beneficiari della sesta salvaguardia, possono presentare domanda di cessazione in modalità cartacea entro il 2 marzo 2015.

Disoccupazione-agricola-300x199Il Servizio del Patronato Inca è a disposizione per informazioni e assistenza per la compilazione delle domande di disoccupazione agricola, per chi ha lavorato nel 2014. Per tutto lo scorso anno, le domande possono essere compilate entro e non oltre il 31 marzo 2015.

 

 

 

 

 

A seguito della conversione del decreto legge  n. 90 nella legge 114/2014, pubblicata in G.U. il 18 agosto, sarà possibile per i  minori  titolari di indennità  di frequenza presentare la domanda di riconoscimento di invalidità civile in via amministrativa entro i  sei mesi antecedenti il compimento della maggiore età.

Questo darà luogo, in via provvisoria, dal 18° anno, alla prestazione per il maggiorenne senza aspettare la fine dell'iter sanitario che sarà comunque espletato per l'attribuzione della percentuale di invalidità. Inoltre, i minori titolari di indennità di frequenza che intendano presentare istanza per le sole prestazioni pensionistiche (pensione di inabilità e assegno mensile) non sono obbligati ad allegare il certificato medico alla domanda.

 

images

“Zero finanziamenti per il mondo della disabilità. Nella legge di Stabilità, infatti, oltre alla consistente riduzione del Fondo per la non autosufficienza, non vi è traccia di risorse per l'inserimento lavorativo delle persone con disabilità, così come previsto dalla legge 68/99 per il collocamento obbligatorio”. E' quanto denuncia la responsabile delle politiche per le disabilità della Cgil Nazionale, Nina Daita, nel sottolineare come: “Un solo dato può essere significativo: ci sono più di 728.000 iscritti alle liste del collocamento obbligatorio, un esercito di giovani disoccupati con disabilità, in attesa di urgentissime politiche attive per l'inclusione lavorativa contro le discriminazioni”.

Ma questo, osserva la dirigente sindacale, “non è il solo dato negativo perché non c'è alcuna traccia di risorse per il Fondo per l'abbattimento delle barriere architettoniche, così come segnalato dalla Corte dei conti, che in una sua recente analisi ne ha denunciato l'azzeramento, richiedendo al Governo di prevedere congrue risorse per l'adeguamento delle strutture pubbliche, che permettano la libera circolazione dei cittadini con disabilità”.

previdenza

salute

migrazione

assistenza

sedi

contatti

fb

twitter